Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

Abbiamo bisogno davvero della tecnologia per lavarci i denti?

Abbiamo bisogno davvero della tecnologia per lavarci i denti? Sono tante le invocazioni tecnologiche che abbiamo accolto in casa negli ultimi anni. Alcune ci fanno risparmiare tempo e fatica, altre ci permettono di mantenerci sempre in contatto, fin troppo a volte, altre ancora sono salutari. Ma dinanzi a un dispositivo come lo spazzolino elettrico la cui funzione è quella di aiutarci a lavare i denti, è normale che molti di noi si chiedano “ce ne sarà davvero bisogno ”?  

Le risposte ci vengono dai dentisti che ancora oggi faticano a far cambiare abitudini in fatto di igiene orale. Come il tempo di spazzolamento per esempio, che in media inferiore ad 1 minuto contro 2 minuti da loro raccomandati. O la pressione troppo eccessivo durante il spazzolamento che va a scapito delle gengive ,sopratutto le nostre che dopo una certa età si irritano facilmente .

Piccole disattenzioni che alla lunga possono influenzare il nostro stato di salute. Nella bocca infatti,vivono oltre 500 specie di batteri che producono acidi capaci di danneggiare i denti,infettare le gengive e finire addirittura nella circolazione sanguigna. Basti pensare che diabete, artrite, patologie cardiache,possono essere associate ai disturbi gengivali, per comprendere quanto sia importante lavare i denti a regola d’arte.  A ogni età.

Questo è l’obiettivo che dal 1949 ha impegnato grandi aziende come Oral -B.  Sempre in nome dello stesso obiettivo gli scienziati continuano a impegnarsi nello sviluppo di soluzioni semplici in apparenza ma efficaci.

 

Dalle setole arrotondate alla testina che si scolorisce quando è tempo di cambiarla, dallo spazzolino elettrico  che con le sue 8.800 oscillazioni al minuto rimuove fino al 100% di placca in più rispetto a quella manuale, fino al timer che controlla il tempo esatto di spazzolamento. Ma nonostante tutto ,far capire come spazzolare i denti e ancora difficile.

La maggior parte delle persone ,infatti, tende a preferire un l’atto dalla bocca rispetto ad un altro:

i dentisti sono già in grado di stabilire immediatamente se si è destrimani o mancini guardando la bocca
  dice Frank Kressman, ingegnere e progettista degli spazzolini elettrici.

Per dirla in breve, quando ci laviamo i denti tendiamo a inserire “il pilota automatico ”. Ecco perché per vincere certe abitudini ci è voluta questa idea straordinaria dello spazzolino elettrico che ci insegna come spazzolare i denti proprio come vorrebbe il nostro dentista.

Care amiche, anche oggi …  

kiss, kiss with love Francy!
signature
share

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This

Share this post with your friends!