Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

IL CAFFE’ TRA CONSUETUDINE E SOLIDARIETA’

 

IL CAFFE’ TRA CONSUETUDINE E SOLIDARIETA’! Care amiche, cosa può essere meglio di una bella tazza di caffè al nostro risveglio ?  Inebriante e profumato, famoso per le sue proprietà stimolanti, il caffè è la bevanda più discussa e amata d’Italia: quasi un’istituzione nazionale.

IL CAFFE' -taccoepuntablog

 Il caffè  per quasi tutti gli italiani,non rappresenta solo una semplice consuetudine, ma un vero momento di piacere . Quando siamo annoiati, addormentati, sotto pressione, stressati – stranamente senza pensare ad’ altro pronunciamo la frase ” Ci vorrebbe un buon caffè” . Ma lo preferiamo a casa propria o al bar ?

IL CAFFE' -taccoepuntablog

Per i scienziati il caffè ha un gusto migliore se è assaporato al di fuori delle mura di casa…al bar, così di certo il settore non conoscerà mai la crisi .

Mi sorge spontanea una domanda, perché a casa il caffè non è uguale a quello del bar? Anche se al bar il caffè può risultare più forte, la verità e tutto il contrario … contiene praticamente la metà della caffeina contenuta nella miscela preparata con la Moka a casa, per questo motivo  il caffè ci risulta più cremoso. Ma  non è l’unica ragione , subentrano anche altre variabile come la temperatura dell’acqua, la sua composizione chimica ( se contiene troppo calcare e cloro neutralizzeranno i acidi del gusto).

IL CAFFE' -taccoepuntablog

Da sempre il così detto ” prendere un caffè” è un modo di socializzare, di visitare un amico o un parente, di fare pettegolezzi , di dedicare tempo a noi stessi , un modo semplice di evadere dalla nostra quotidianità . Giorni  fa, facendo delle ricerche mi sono imbattuta in un bel racconto di un giornale “L’ECO di Bergamo “della seconda metà del Novecento, che conservava racconti e vari commenti con riferimento al caffè :

Andare al caffè una volta era nel costume : ogni ora che lo studio o il lavoro lasciavano liberi,  era per molti una consuetudine recarsi in uno dei vecchi e gloriosi caffè del Sentierone . E se il tempo permetteva , si sedeva al tavolino con qualche amico, si prendeva un tè con pasticcini ,una cioccolata , un cappuccino, un gelato… Una scusa per fare quattro chiacchiere, socializzare, commentare i fatti del giorno, piccoli o grandi, dalla politica all’Atalanta, dagli scandali nazionali ai petegolezzi locali. E se non c’era nessuno, ma era difficile , si leggevano i giornali, sempre a disposizione. Ci si affezionava ai camerieri, ai gestori, ai “padroni”. Tutta gente che durava generazioni: erano sempre li ; erano sempre  loro – chi non ricorda Tullio, il Sandro o il “pasto del Balzer” . Per anni sono stati contessi i tavolini all’aperto e quando fu chiuso alla fine dei 90 per la crisi nera- al posto delle atmosfere soffuse oggi si può solo immalinconire.

IL CAFFE' -taccoepuntablog

Prendere un caffè – significa prima di tutto, fermarci un momento e leggere un giornale, passare qualche minuto in compagnia ,fare nuovi incontri ,scambiare sorrisi e conversazioni , un modo spontaneo di pensare al prossimo ,in poche parole…vita.

IL CAFFE' -taccoepuntablog

Ogni territorio ha le sue abitudini in quello che riguarda il caffè. Quella che a me personalmente piace di più e quella nata nei quartieri spagnoli nella Napoli di dopoguerra – IL CAFFE’ SOSPESO.  Un gesto di forte umanità ,uno sguardo verso chi non riesce permetere, che si è tramandato fino ad ‘oggi ed è diventato una moda -ma anche un vero progetto di marketing per altri settori come editoria, solidarietà, spettacoli ,voli …

IL CAFFE' -taccoepuntablog

 

Per esempio la compagnia di voli low cost VUELING ha attivato l’opzione “passaggio sospeso” -dove un cliente usando i propri dati può prenotare il volo anche a nome di altri ( al massimo dieci persone) ed è valido per 72 ore. Cosi chi trova biglietti a super prezzo, può prenotare anche per gli amici- offerta è valida anche nel settore business dove più delle volte non si conosce fino all’ultimo momento il nome dell’accompagnatore.

Un altro esempio sono le caffetterie STARBUCKS -Cina che hanno deciso di testare il caffè sospeso grazie ad un accordo con WE CHAT -in questo modo i clienti possono lasciare pagato un caffè per i loro amici che poi lo possono consumare in qualunque caffetteria della catena.- tutto social.

Anche Lombardia ha esperimentato questo progetto -a Monza su proposta del Rotary Club dal 2016 , in 29 locali della provincia si possono offrire dei pasti ai più bisognosi.

A Roma c’è chi dal”sospeso” ha fatto una vera filosofia di vita- enoteche e più di 400 gelaterie hanno propagato la filosofia scontrino sospeso .

IL CAFFE' -taccoepuntablog

Anche teatri e musei hanno trovato interessante questa idea  e hanno offerto biglietti” sospesi” con tanto di caffè in regalo. Per sostenere l’editoria ma anche per stimolare alla lettura si è diffusa l’idea del libro sospeso.

IL CAFFE' -taccoepuntablog

Mi è capitato di vedere applicata , questa piacevole sorpresa anche a Taranto  dove l’associazione “LA GIOIA” ha creato delle casette apposta dove i genitori possono scambiare libri e giochi per bambini in estrema libertà e funziona. Può essere una bella idea anche per Natale lasciare nei negozi un regalo “sospeso “per i bimbi…e  pensate tutto questo è partito da un semplice caffè.

IL CAFFE' -taccoepuntablog

kiss, kiss with love Francy!
signature
share

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This

Share this post with your friends!