Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

INSALATA in tutte le lingue… d’EUROPA

 Tranquille, non parlo di “the blonde salad”ma delle insalate vere proprie coltivate nell’orto. Vabbè, mi direte, le parole hanno un doppio senso volendo, vi assicuro, non è cosi. Oggi farò insieme  a voi un viaggio europeo in quale vi racconterò   quali sono le insalate più sfiziose e irresistibili custodite da questa vecchia signora, perché non sempre l’insalata è noiosa.  

Tutte le insalate, indipendentemente dall’origine,  hanno in comune due  caratteristiche: di essere sempre realizzate a partire da ingredienti freschi e con procedimenti abbastanza semplici. La mia scelta sarà in base al paese di provenienza o a qualche ingrediente particolare .Pronte ?

 

  • LA CAPRESE

Tutti conosciamo la “Caprese”,  rappresenta un classico della cucina mediterranea perché, alla base ha, degli ingredienti semplici genuini. Si racconta che sia stata l’opera di un muratore che lavorava a Capri agli inizi del secolo scorso, che amava chiudere in un panino gli ingredienti di cui disponeva, però nei menu è apparsa per la prima volta all’Hotel Quisisana di Capri nel 1924.

Per la  sua preparazione possono essere utilizzati: pomodori di varietà diverse ( green, gialli, ciliegia ,Marvel ,marrone africano…ecc) per un effetto cromatico spettacolare; mozzarella, basilico fresco, il tutto insaporito da olio extravergine d’oliva e sale.

  • LA PANZANELLA TOSCANA

La tipica estiva insalata di pane, originaria della campagna fiorentina ma poi diffusa in tutta la Toscana e in alcune aree limitrofe, è un piatto che oramai  raccoglie consensi in tutto il mondo. La ricetta base ha come ingredienti  il pane raffermo ammollato e strizzato, pomodori, cipolla rossa, cetrioli e basilico, il tutto condito con olio extravergine d’oliva toscano, aceto, sale e pepe. Esistono anche delle variazioni con l’unica differenza in base al condimento:  aggiunte di capperi, sedano (anche in sostituzione del cetriolo) e tonno. Sul litorale è proposta abitualmente combinata a gamberi salati in padella o a vongole e cozze.

  • LA CIALDA BARESE

La’ cialda’ barese rappresenta un piatto salutare e gustoso ideale per le cene o il pranzo estivo. Ingredienti sono made in Puglia :pomodoro, ciliegini, caroselli, cipolla rossa, patate bollite in acqua salata, fagiolini lessi, rosmarino, olio extravergine di oliva, pane.

 

  • INSALATA  GRECA (Horiatiki)

Popolarissima nel Paese d’origine, non c’è ristorante greco che non ve la proponga ma con grande successo anche oltre i confini . Tipica insalata contadina, di semplicissima preparazione, è caratterizzata dalla presenza della feta, che deve essere rigorosamente in un unica fetta adagiata sugli ortaggi o sbriciolata, mai a cubetti, pomodori, peperone verde, cipolla rossa, cetrioli, olive nere. Si condisce  tutto con olio extravergine d’oliva, origano secco , un pizzico di sale e pepe.

  • INSALATA ALLE ERBE AROMATICHE E ARANCIA

E’ un insalata aromatizzata con fette d’arrancia tradizionale e  d’arancia rossa e ed è perfetta con foglie di erbe amare e formaggi come la feta. Per darli un po’croccantezza  si possono aggiungere semi di zucca e pinoli tostati. Si condisce tutto con sale, pepe, olio d’oliva, e una composizione di 100 ml succo d’arancia e un cucchiaino di buccia d’arancia ridotta in padella fino quando si addensa . si lascia raffreddare e si unisce all’olio

 

 

  • SALADE NIZZARD – FRANCIA

 

Una delle insalate francesi che hanno conquistato il mondo, e che viene preparata in innumerevoli varianti. Piatto tipico della Costa Azzurra (chiaramente deve il nome alla  città di Nizza) è un’interessante combinazione di ortaggi cotti e crudi (lattuga, fagiolini, patate, pomodori, peperoni, carciofi, cipollotti e olive nere) con uova sode e filetti d’acciuga e/o tonno. Si condisce con olio extravergine d’oliva, aceto di vino rosso, sale e pepe.

  • INSALATA MESCLUN

Questa è una tipica insalata provenzale. Come lascia intuire il suo nome è un mix di foglie tenere da insalata. Tradizionalmente comprende vari  lattughini, cerfoglio, rucola e indivia tenera,  spinacini, valerianella, frisée, senape e tarassaco. Su ogni banco di un mercato provenzale si trova un mesclun diverso, pronto per essere portato a casa e condito con una vinaigrette preparata a piacere ma sempre molto semplice.

  • INSALATA BAVARESE

L’insalata di patate bavarese, un must nei giorni dell’Oktoberfest insieme allo stinco di maiale e le salsicce arrostite, è servita abitualmente per accompagnare piatti di carne di vario genere, o come parte integrante di insalate composte in cui finisce di tutto un po’. Viene preparata  con patate, scalogno o cipolla, brodo di carne (qui sta il trucco!) , senape, aceto, erba cipollina e olio. E, a proposito di olio, i bavaresi spesso usano olio di colza o altri oli di semi, ma si prepara benissimo anche con un olio extravergine d’oliva leggero. In molte case alla ricetta originale vengono aggiunte uova sode, cetriolini in agrodolce o pancetta affumicata  a dadini.

  • WURSTSALAT -insalata svizzera

La Wurstsalat, letteralmente insalata di salsiccia, è un classico dei Paesi di lingua tedesca. La ricetta base (salsiccia Lyoner, cetrioli e formaggio) contiene  ingredienti come uova o patate lesse, o la preparazione del condimento con aceto di vino bianco o rosso o la presenza di qualche cucchiaiata di maionese.

  • INSALATA OLIVIER-RUSSA

 

Insalata Olivier, di fatto è che quella che in Italia viene chiamata “insalata russa”, che in Russia (e in molti paesi limitrofi) è detta insalata Olivier dal nome dello chef belga Lucien Olivier che la creò e ne fece il suo cavallo di battaglia nel locale di gran successo che gestiva a Mosca nell’Ottocento.  La sua ricetta, in realtà, era molto più ricca di quella che conosciamo oggi, si racconta che arrivasse a utilizzare 100 ingredienti per preparare il piatto. Ancor oggi in Russia e nella galassia ex sovietica si prepara aggiungendo pezzi di carne o di crostacei a quella che per noi è un’insalata vegetariana riservata alle grandi occasioni. La base, comunque, sempre la stessa: patate e carote lesse tagliate a dadini, piselli e cetriolini in agrodolce, il tutto legato da una maionese un po’ liquida.

 

 

 

 

 

  • CRUDITE’ -ROMANIA

Gli ingredienti si preparano al crudo, (per questa ragione il nome) e sono : carote, sedano rapa, mela verde, succo di limone, gambi di sedano, prezzemolo, sale, pepe. E servita da sola o come contorno al petto di pollo al forno o bollito.

  • INSALATA JOLLY -CRAUTI ROSSI E RAVANELLI

E’ un insalata consigliata per il benessere dell’apparato digerente, i crauti rossi o il cappuccio rosso sono deliziosi anche crudi. La preparazione è molto semplice è consta in tagliare alla julienne gli ingredienti, volendo si può aggiungere la carota, si cospargono di sale e si stringono bene mescolando bene in tutto si condisce tutto con pepe, olio di oliva e aceto di mele o succo di limone.

 

 

 

 

 

  • CAVOLINI DI BRUXELLES IN INSALATA

Lavate i cavolini di Bruxelles, eliminate le prime foglioline e metteteli in una pentola colma d’acqua bollente salata facendoli lessare per 10-12 minuti; scolateli e lasciateli raffreddare. Nel frattempo fate sciogliere il burro in una padella antiaderente e, non appena si sarà sciolto, fate rosolare le fette di bacon finché non inizieranno a dorarsi. Versate i cavolini in un’insalatiera assieme al bacon croccante, mescolateli in modo omogeneo e aggiungete le olive; condite il tutto con olio, sale e pepe, quindi servite in tavola il contorno.

PATA NEGRA BELLOTA-SPAGNA

E ‘un’insalata tiepida di verdure, e quindi si tratta di un piatto molto salutare, semplice e gustosa.  Per la preparazione avremo bisogno  prosciutto crudo iberico, asparagi verdi,  funghi, cuori di lattuga, aglio, olio, aceto, pepe e sale. Gli asparagi si puliscono  e si conservano  soltanto le punte, le cui mettiamo in acqua a cuocere per 5 minuti. Soffriggiamo i funghi insime all’aglio, tutto tagliato in lamine, condite con sale e pepe. Le lattughe si riscicaquano bene, e si mettono tagliate nell’insalatiera. Aggiungiamo il prosciutto tagliato a cubetti, gli asparagi a pezzi e il soffritto di funghi. Mescoliamo e aggiungiamo l’olio e l’aceto. Servire trepida (né troppo calda né troppo fredda), molto importante.

kiss, kiss with love Francy!
signature
share

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This

Share this post with your friends!